Galleria Giorgio Franchetti – Ca d’Oro

GALLERIA GIORGIO FRANCHETTI – CA D’ORO

La Galleria Franchetti ha sede in uno dei più famosi palazzi gotici veneziani sul Canal Grande, la Ca’ d’Oro, che fu fatta costruire tra il 1422 e il 1440 da Marino Contarini. Il suo nome deriva dal fatto che un tempo la sua facciata era ricoperta da una lamina d’oro zecchino. Dopo alcuni passaggi di proprietà e rifacimenti, nel 1895 la Ca’ d’Oro fu acquistata dal barone Giorgio Franchetti che, in quella sede, sistemò le sue collezioni, per lasciarle poi, dopo la sua morte, allo Stato.

La galleria prese il suo nome e fu aperta al pubblico nel 1927. Dopo essere rimasta chiusa per una decina d’anni, la Ca’ d’Oro è stata riaperta al pubblico nel 1984, dopo un accurato restauro.

Il museo è composto da circa 6.000 pezzi tra monete e medaglie, ma ne sono esposti solo un centinaio; ci sono inoltre cinquemila frammenti ceramici, ottanta sigilli, cinquanta quadri fiamminghi, provenienti dalle Gallerie dell’Accademia, una ventina di dipinti appartenenti alla collezione Franchetti e 15 quadri di scuola toscana, alcuni frammenti degli affreschi staccati dal Fontego dei Tedeschi e dal Chiostro di Santo Stefano; dieci modelli di terracotta, quattro grandi arazzi (due non sono esposti), i mobili invece sono tutti nei depositi.

Da segnalare il San Sebastiano del Mantegna e le due vedute di Francesco Guardi , oltre alla vera da pozzo in marmo di Verona, scolpita da Bartolomeo Bon.