Parco Regionale dei Colli Euganei

PARCO REGIONALE DEI COLLI EUGANEI

I Colli Euganei, che occupano la parte sud occidentale della Provincia di Padova, immediatamente a nord delle città di Este e Monselice, appaiono come una grande oasi verde che spezza la piatta monotonia della Pianura veneta. Con Legge regionale del 10 ottobre 1989 n°38 la zona è stato costituita in Parco Regionale che si estende per oltre 18.000 ettari e che comprende, in tutto o in parte, 15 comuni con una popolazione residente di circa 44.000 abitanti.

Il parco regionale dei Colli Euganei ha il compito di tutelare i caratteri naturalistici, storici e ambientali del territorio dei Colli Euganei e di promuovere, anche mediante sostegni tecnico-finanziari, le attività tradizionali e quelle compatibili con le esigenze di tutela dell’ambiente naturale e storico.

Oltre ad avere un evidente pregio naturalistico, sono tante le testimonianze storiche e artistiche, negli antichi borghi, in ville, giardini e monasteri, che troverete visitando il Parco Regionale dei Colli Euganei.

L’antica origine vulcanica dei Colli Euganei ha prodotto un paesaggio singolare dove ripidi coni vulcanici si alternano ad ondulate dorsali calcaree. Variazioni climatiche legate alla morfologia consentono la vita a piante tipiche del mediterraneo, quali il corbezzolo, l’erica, il leccio, il fico d’India e a specie alpine come il faggio, il mirtillo e lo splendido giglio martagone. La poesia del paesaggio già affascinò il toscano Francesco Petrarca nel Trecento, che elesse questi luoghi a sua dimora (in particolare lo splendido Borgo di Arquà Petrarca che deve il suo nome al celebre poeta) negli ultimi anni della sua vita.

Da ogni località si dipanano meravigliosi itinerari escursionistici alla portata di tutti. I dislivelli non sono mai elevati e le strade, sterrati e sentieri, portano in luoghi di incantevole bellezza.

Visitate l’antica Abbazia di Praglia