Ville nei dintorni di Vicenza

VILLE NEI DINTORNI DI VICENZA

Villa Manin Cantarella a Noventa Vicentina

Villa Manin Cantarella venne edificata nel 1575 da un architetto riconducibile alla scuola padovana. E’ strutturata su tre piani: la mansarda, il piano nobile e le Cantine; affiancate ad essa si trovano le Barchesse, mentre nel parco di fronte alla Villa e, sul retro, si trovano una dépandance, un giardino e due edifici del XIX secolo.

La facciata della Villa e le Barchesse sono caratterizzate da decorazioni pittoriche, mentre le Sale del piano nobile conservano gli originali pavimenti in seminato veneziano e le decorazioni della travatura dei soffitti mentre le pareti sono arricchite da affreschi con paesaggi naturalistici, muse, putti, motivi geometrici e floreali.

Nella parte centrale di Villa Manin Cantarella, sulla sommità del timpano, è presente la statua di una figura femminile, posta dall’architetto A.C. Negrin per far onore alla committente Signora Cantarella.

(Visitabile su appuntamento)

 Villa Almerico Capra Valmarana detta “la Rotonda” a Vicenza

Iniziata dal Palladio e terminata da Scamozzi verosimilmente tra il 1570 ed il 1580. La struttura: un cubo in muratura culminante in una cupola e arricchito su ogni lato da colonnati ionici preceduti da scalee. Tutte quattro le facciate sono identiche. Come si presenta simmetrico all’esterno si presenta simmetrico anche al suo interno, con la sala centrale coperta dalla cupola. Una terrazza interna circolare guarda il salone al di sotto della cupola.

(Visitabile con ingresso a pagamento)

 Villa Badoer Trissino Rigo a Cricoli

Villa del Palladio; nella forma rinascimentale si nota una certa qual tradizione castellana: il palazzo vero e proprio è infatti inglobato da quattro torri. La facciata ha aspetto
rinascimentale.

(Visitabile su richiesta)

Villa Bertolo Valmarana detta “ai nani” a Vicenza

Il soprannome è dovuto alla presenza di numerose statue, decoro alla recinzione, rappresentanti dei nani. Le statue furono collocate nel Settecento su consiglio di G.B. Tiepolo.

La villa è composta da tre edifici posti uno dietro l’altro all’interno di un vasto giardino all’italiana: il primo edificio è la villa vera e propria (1665-1670) dietro la quale troviamo la barchessa (1736) destinata a foresteria; per ultime si trovano le scuderie.

(Visitabile non nei giorni festivi)