Chioggia

CHIOGGIA

Chioggia, di origine romana, nel medioevo seconda citta’ della Repubblica Serenissima, presenta una struttura originalissima. Viene comunemente chiamata “La Piccola Venezia” per la sua struttura urbanistica ricamata da pittoreschi canali dove ormeggiano colorate barche da pesca. Tagliata a fette dai canali, cucita dai ponti. La sua struttura urbana è costruita a spina di pesce: strette calli si dipartono perpendicolarmente dalla strada principale, il “Corso del popolo”, e si aprono su vivaci campielli.

La leggenda la vorrebbe fondata da Clodio, uno dei compagni di Enea fuggiti dalla distruzione di Troia. Si narra infatti che Antenore, fuggito da Troia dopo la sua sconfitta, trovò rifugio nelle costedell’Adriatico assieme ad Aquilio e Clodio, anch’essi fuggitivi. La leggenda si dirama poi in tre parti: Aquilio, Antenore e Clodio fondarono rispettivamente le comunità di Aquileia, Padova e Clodia. Per quest’ultima, Clodio scelse come stemma un leone rampante rosso a ri1cordo di Troia. Il nome Clodia poi cambiò nei secoli in Cluza,  Clugia e Chiozza, per poi arrivare a Chioggia.

CHIOGGIA OGGI

Visitare Chioggia non è soltanto ammirare il suo patrimonio artistico. E’ anche immergersi nella sua singolare posizione lagunare, che la fa sospesa tra cielo e mare. Canali pittoreschi, nei quali si riflettono case e ponti e si muovono variopinte imbarcazioni, serpeggiano per la città e rammentano la somiglianza con Venezia. Le rive sono animate dal continuo brulicare di gente che compra il pesce o gli ortaggi. La piazza, signorile e solare, che venne definita “un grande caffé”, è sempre piena di gente, con i palazzi, le chiese, i monumenti, la serie di portici e le piazzette che vi si affacciano che conferiscono a chiggia un’atmosfera del tutto originale. I Locali notturni non mancano, e dopo aver mangiato come dei re le prelibatezze locali (tanto buon pesce!) potrete divertirvi tutta la notte in uno dei tanti locali del centro o in quelli che costeggiano la spiaggia.