Chiesa di San Giovanni e Paolo

CHIESA DI SAN GIOVANNI E PAOLO

La Chiesa di San Giovanni e Paolo, che rivaleggia con quella dei Frari per grandezza, maestosità, e per la ricchezza di tesori dell’arte in essa ospitati, è un classico esempio di architettura gotica. E’ anch’essa costruita in cotto e possiede una grandiosa facciata che si erge verso il cielo. Una volta entrati attraverso il trecentesco portale, costruito con colonne portate da Torcello, rimarrete impressionati dall’ampiezza e dall’altezza delle tre navate: più di 100m in lunghezza e 32 in altezza.

La facciata interna è occupata da 3 monumenti funerali ai Dogi Mocenigo, Alvise attorno al portale e Marcelle a destra. Nella navata di destra, al secondo altare, il “Polittico di S. Vincenzo Ferreri”, un’opera giovanile di Giovanni Bellini. Poco più in là sul soffitto della cappella di S.Domenico troverete la “Gloria di S.Domenico” di G.B.Piazzetta. Continuando a camminare lungo lo stesso lato, nel transetto, arricchito dalla luce proveniente dalle meravigliose vetrate colorate delle finestrone, ammirate “Elemosina di S.Antonio” di Lorenzo Lotto, oltre ad alcune opere di Bartolomeo Vivarini. Nel presbiterio, dietro l’imponente altare maggiore attribuito a Baldassarre Longhena, altri monumenti a diversi Dogi, come Leonardo Loredan a destra e Andrea Vendramin a sinistra. Nella Cappella del Rosario (non sempre aperta al pubblico) potrete vedere delle importanti tele del Veronese ivi custodite.