Caorle

CAORLE

UN PICCOLO BORGO MEDIOEVALE E UNA BELLISSIMA SPIAGGIA

Caorle, città che vanta oltre duemila anni di storia, le cui testimonianze sono a tuttoggi visibili nel centro storico (la famosa torre campanaria cilindrica e la cattedrale romanica del 1038) è famosa sia per le sue bellezze architettoniche, sia per l’intensa stagione di importanti e interessanti manifestazioni culturali, sia per i 15 chilometri di bellissima spiaggia attrezzata che offre svago e divertimento ad un numero sempre più crescente di turisti.

Distante solo un’ora da Venezia, Caorle ha saputo conservare intatto il fascino del piccolo borgo marinaro, stretto tra campielli e vicoli che fanno da cornice all’antico porto peschereccio da un lato e dall’altro, verso il mare aperto, e conducono al suggestivo santuario della Madonna dell’Angelo.

E ’l’ideale meta di vacanza sia per chi si vuole rilassare in spiaggia sia per gli amanti dello sport e della natura, grazie al suo fervente porto e alla Laguna antistante con i tipici casoni di pescatori: un luogo perfetto per fantastiche escursioni naturalistiche.

STORIA
Anche se oggi è ormai considerato, con Porto Santa Margherita e Duna Verde, un moderno centro turistico conosciuto in tutta Europa, Caorle ha mantenuto intatta la caratteristica di borgo di pescatori profondamente legato alle sue antiche tradizioni.

Un tempo era città del Dogado e fedele suddito della Serenissima Repubblica di Venezia, da cui ha ereditato la stessa atmosfera, con le sue calli e campielli del centro storico.

Il millenario Duomo e il maestoso campanile cilindrico, che da sempre simboleggia l’immagine della città, rappresentano l’identità storica e culturale di Caorle. Il duomo venne eretto nel 1038 insieme alle cattedrali lagunari di Torcello, Equilio, San Marco. Tra i molti preziosi tesori conservati al suo interno e nell’attiguo Museo Liturgico, il pezzo più prezioso è senza ombra di dubbio la Pala d’Oro, paliotto di sei formelle provenienti forse da Cipro, donata alla cattedrale, come vuole la leggenda, dalla regina di Cipro Caterina Cornaro nel 1489. Accanto alla cattedrale si erge il maestoso e caratteristico campanile, da sempre simbolo della città. Alto 48 metri e di forma cilindrica, è stato edificato pochi decenni dopo la cattedrale, all’incirca nell’anno 1070.