Isola di Burano

ISOLA DI BURANO

La pittoresca e coloratissima Isola di Burano merita  sempre un visita

L’isola di Burano, un tempo famosa per l’arte del merletto, è tuttora il cuore della Laguna Nord e deve il suo incredibile fascino ai colorì delle abitazioni: azzurro, rosso, giallo, viola, ogni casetta ne ha uno diverso.

Girando per le piccole fondamenta e per le callette di Burano respirerete un’autentica atmosfera popolare: le porte delle case sono spesso lasciate aperte, segno inequivocabile che qui tutti si conoscono e si fidano l’uno dell’altro, e quando le temperature si fanno miti, placide vecchiette discorrono serene mentre rammendano sedute all’aperto di fronte alle loro abitazione.

La lavorazione del merletto con l’ago da cucire cominciò a svilupparsi nell’isola intorno al ‘500 e trovò naturalmente subito l’appoggio delle nobildonne Cadde poi lentamente in declino fino a venire rilanciata alla fine dell’800 con l’istituzione di una Scuola e di un Laboratorio per la lavorazione dei merletti tuttora operanti.

Una volta scesi dall’imbarcadero potrete ammirare le numerose vetrine  dove comprare splendida biancheria ornata da superbi merletti, ma fermatevi anche nelle pasticcerie o dai fornai: Burano è anche famosa peri suoi biscotti, detti appunto buranei. Seguendo il flusso della gente raggiungerete facilmente l’unica piazza dell’isola, abbastanza ampia, intitolata a Baldassarre Galuppi, compositore buranello del XVIII sec. Qui si affaccia la Chiesa di S.Martino, la cattedrale di Burano con caratteristica facciata senza portale (si entra dal fianco), e il Museo del merletto.

Come arrivare a Burano

Linea 1 e N (Notturno): scendete alla fermata Ca’ D’oro e proseguite a piedi per 5 minuti fino a Fondamente Nove e recatevi all’imbarco della linea 12, che è il collegamento da Venezia per Burano.

Linee 4.2 e 5.2: scendete alla fermata di Fondamente Nove e recatevi all’imbarco della linea 12, che è il collegamento da Venezia per Burano, al di là del Ponte Donà.

Prezzi dei biglietti del vaporetto – Guarda qui